alt
alt
Milan
alt
Art at Site 	www.milanoarte.nl	Luigi	Belli	Monumento ai Caduti di Mentana
Artist:
Title:
Year:
Adress:
Website:

Luigi Belli

Monumento ai Caduti di Mentana

1880
Piazza Mentana
Website
www.exponsor.it:
Il Monumento ai caduti di Mentana, realizzato dallo scultore torinese Luigi Belli, si erge nell’omonima piazza meneghina, accompagnato dalla presenza di due lapidi dedicate l’una a Giordano Bruno, l’altra al giovane garibaldino Guido Capelli, collocate sul muro perimetrale dell’istituto scolastico. Subito salta all’occhio la figura femminile che, fieramente drappeggiata in abbondanti e tortuose vesti classiche, sembra voglia sfidare l’aria: e per la posa audace, e per l’ugualmente audace bellezza. L’abbondante chioma scompigliata e il capo cinto da una corona turrita, le mani che reggono l’alloro da una parte, l’elsa di una lunga spada sfoderata dall’altra, aiutano a svelare l’identità di tanta travolgente bellezza: è l’Italia, svettante su uno stretto piedistallo in granito rosa di Baveno, a sua volta decorato con rilievi bronzei. Questi raffigurano la Battaglia di Monterotondo, la Disfatta di Mentana e, sul fronte sud in asse con il viso della statua, la Lupa Romana che allatta i due gemelli seduta su una pietra con incise le lettere S.P.Q.R. E, come se già così il messaggio non fosse abbastanza chiaro, sul fronte settentrionale del piedistallo compare l’iscrizione dedicatoria che cita: “DUCE GARIBALDI / SERENAMENTE / DISPERATI DEL VINCERE / CONTENTI DI MORTE FECONDA / PUGNARONO CADDERO – SULLE TRACCE DEL SANGUE / SPINGENDO INNANZI I RITROSI / ITALIA / TROVÒ LA SUA BONA – QUANTE VITTORIE IMMORTALI / QUESTA DISFATTA OSCURA”. Anche il monumento però, come del resto l’evento che celebra, ha dovuto combattere duramente, dato che quando nel 1873 “la Società Democratica” decise di realizzare una scultura che commemorasse i caduti nella battaglia di Mentana, le autorità cittadine si opposero, preferendo patrocinare la statua equestre a Napoleone III.
Translation:
The Monumento ai caduti di Mentana, created by sculptor Luigi Belli, Turin is located in the homonymous square Milan, accompanied by two plaques dedicated to the Giordano Bruno, another young Garibaldi Guido hair, placed on the school's perimeter wall. Immediately jumps to the eye on the female figure, draped proudly abundant and classic garments, winding it seems wants to defy the air and for bold, and equally bold beauty. The abundant hair ruffled and surrounded by a corona turrita, hands that hold up the Laurel on the one hand, the hilt of a sword on the other hand, no lining help unveil the identity of such overwhelming beauty: is Italy, soaring on a narrow pink granite pedestal of Baveno, in turn decorated with bronze reliefs. These depict the battle of Monterotondo, the defeat of Mentana and South side in line with the face of the statue, the Roman Wolf suckling the twins sitting on a stone with engraved letters S.P.Q.R. as if already so the message wasn't clear enough, on the northern front of the pedestal inscription that mentions: "DUCE GARIBALDI/CALMLY/DESPERATE of WIN/GLAD to FRUITFUL/FOUGHT DEATH FELL – on the TRAIL of blood/PUSHING forth RITROSI/Italy/ HE FOUND HIS BONA – HOW MANY VICTORIES IMMORTALS/THIS DARK DEFEAT ". Even the monument, however, as the event that celebrates, had to fight hard, since when in 1873 "democratic society" decided to create a sculpture to commemorate the fallen in the battle of Mentana, the city authorities were opposed, preferring to advocate the equestrian statue to Napoleon III.