alt
alt
Milan
alt
Art at Site 	www.milanoarte.nl		unknown	Simboli della città di Milano
Artist:
Title:
Year:
Adress:
Website:

unknown

Simboli della città di Milano

1250
Palazzo Visconti
Website
www.wikipedia.org:
Il biscione presente nello stemma dei Visconti sull'Arcivescovado, è diventato uno dei simboli della città di Milano.
Nel tardo Medioevo Milano vide la lotta delle famiglie della Torre (o Torriani) e Visconti per il possesso della città con il predominio di quest'ultima che lascerà il passo solo alla metà del XV secolo, all'alba del Rinascimento alla famiglia Sforza. Anche la Francia, però, avanzava diritti di successione sul ducato e Luigi XII nel 1499 invase il ducato scacciandone Ludovico il Moro. Carlo V d'Asburgo in quanto imperatore del Sacro Romano Impero, vi intronò Francesco II Sforza che morì senza eredi nel 1535 e Carlo V, con "diploma imperiale" nominò duca il proprio figlio Filippo II. I diritti spagnoli sul ducato furono riconosciuti definitivamente con la pace di Cateau-Cambrésis (1559). La dominazione spagnola inizia con un lungo periodo di pace (1535-1620). Carlo V emana le Costitutiones Mediolanensis Dominii che lasciano al ducato un'ampia autonomia di governo, con l'unico vincolo di fedeltà al sovrano,[50] ma creano un pernicioso dualismo con gli uffici regi che non sarà mai completamente superato. Fa anche redigere l'estimo del Ducato[51], che dovrebbe consentire una migliore esazione fiscale: in realtà provoca resistenze nelle oligarchie che controllano il governo cittadino e ducale e nel clero, che non vogliono rinunciare a privilegi e immunità. Inizia così un inasprimento fiscale che non cesserà che nel 1706.
Translation:
The biscione appears in the coat of arms of the Viscounts on the Archbishopric, became one of the symbols of Milan.
In the late Middle Ages, Milan saw the struggle of the families of the Tower (or Tan) and Visconti for the possession of the city with the dominance of the latter will leave up until the mid-15th century, at the dawn of the Renaissance to the Sforza family. France also, however, advancing rights of succession over the Duchy and in 1499 Louis XII invaded the Duchy driving away Ludovico il Moro. Charles V of Habsburg as Emperor of the Holy Roman Empire, there intronò Francesco II Sforza who died without heirs in 1535 and Charles V, with "Imperial diploma" appointed his own son, Duke Philip II. Spanish rights over the Duchy was finally recognized by the peace of Cateau-Cambrésis (1559). Spanish domination begins with a long period of peace (1535-1620). Charles V issued the Costitutiones Mediolanensis Domains leaving the Duchy a wide range of Government, with the only constraint of allegiance to the sovereign, but creating a pernicious dualism with Royal offices that will never be completely overcome. He is also drawing up the estimates of the Duchy, which should allow a better tax collection: actually causes resistance in oligarchies that control the City Government and Doge's Palace and the clergy, who do not want to give up privileges and immunities. Thus began a fiscal tightening that will not cease in 1706.